FANDOM


Chino civilizzato

Un Chino civilizzato

I Chino sono una specie senziente alta circa 1,30 m che vive nel settore 0, un ammasso stellare al cui centro si trova Romenese, il loro pianeta natale.

create dall'utente italiano AlexBiri.

Il ciclo vitale naturale di un Chino si concluderebbe intorno ai 30 anni. Di fatto essi vivono ben più di 150 anni (chi è abbastanza ricco può permettersi l'immortalità).

La loro avidità di ricchezze e la loro avarizia li rendono noti a molte specie aliene che spesso li deridono.

"Loro non guadagnano per vivere
vivono per meeeeeeem"

Possiedono un impero piuttosto vasto che si allunga in tutto il settore 0.

Sono inoltre la specie fondatrice della confederazione Chino , se non i membri più importanti.

BiologiaModifica

Clicca qui per il museo di anatomia Chino GA

MetabolismoModifica

I Chino sono rettili che partoriscono figli vivi ma non li allattano. Sono esseri ectotermici e dispongono di un metabolismo piuttosto veloce. Il loro modo di pensare e la loro relativa iper-attività li rende effecenti ma allo stesso tempo facili da annoiare.

Il lusso Chino può anche ridurre le funzioni fisiche, ma I Chino cercano sempre di tenere il cervello attivo. è quindi difficile vedere un Chino felice di non stare facendo assolutamente niente.

La durata naturale della loro vita si aggira intorno ai trenta anni umani. La maturità fisica viene raggiunta intorno ai dieci anni e la vecchiaia comincia a sopraggiungere dopo i venti. Nonostante ciò, lo sviluppo tecnologico ha reso prolungabile la vita di un Chino fino ad una media di 150 anni, valore che può comunque variare a secondo della richezza dell'individuo. Inoltre una fascia ristretta può permettersi più di un corpo, o potenzialmente infiniti; concedendosi in questo modo una forma di immortalità.

AnatomiaModifica

I chino ono facilmente riconoscibili per la loro caratteristica conformazione a "U" che gli distingue dagli umanoidi. Questa "U", che tradotta letteralmente dal Chiniano significa schiena, è attraversata per tutta la sua lunghezza dalla colonna vertebrale che parte dal cranio e termina nelle punte della coda.

Dispongono di 4 arti posteriori molto corti e robusti, che gli permettono di compiere salti che superano gli 8 metri di altezza e 10 di lunghezza con la gravità Romenesiana. Questo movimento richiede però un grande sforzo atletico che pochi Chino sono capaci di compiere, inoltre saltare fuori dalle competizioni sportive è considerato un gesto rude.

La parte posteriore della prima parte della colonna vertebrale viene detta "schiena". La parte centrale viene chiamata "dorso" e infine l'ultima parte si chiama "coda".

Apparato scheletrico e muscolareModifica

Va inoltre ricordato che lo scheletro Chino è leggero ma anche molto fragile; tranne che per le zampe che possono sopportare uno sforzo estremo, il resto del corpo (compreso il cranio) è composto da ossa cave. Questo rende ogni caduta non sulle zampe o ogni colpo alle ossa una possibile frattura anche grave. Spesso, nelle competizioni sportive, le braccia e le parti vulnerabili vengono sorrette da strutture esterne per proteggerle in caso di necessità.

I Chino possidono un riflesso istintivo simile a quello dei gatti, che gli fa girare sulle zampe quando in caduta libera.

Scheletro Chino

Apparato scheletrico Chino

La capacità di corsa straordinaria per delle zampe così corte è dovuta al ritmo velocissimo con le quali esse si muovono. La forte instabilità dovuta ad un ritmo del genere ha portato alla formazione di 4 zampe e del corpo piuttosto basso. Un chino può correre fino a 50 km/h ma la corsa è una cosa limitata allo svago e anch'essa richiede un grande sforzo fisico. I Chino sono corridori da scatti brevi, e non sono minimanente capaci di affrontare prove di resistenza atletica per più di qualche minuto. Nonostante ciò, la forza nei muscoli delle gambe Chino è considerata in termini relativi alle loro dimensioni, una delle migliore della galassia.


Sensi

I Chino sono dotati di sensi piuttosto sviluppati: Possiedono 3 paia di occhi composti che consentono loro di percepire con grande precisione la profondità. Le fibre degli occhi possono essere distese e rilassate da muscoli laterali per migliorare la visione dell'ambiente circostante o ,dal punto di vista sociale, esprire emozioni. Inoltre sono dotati di una pellicola trasparente che fa da palpebre, ma è pressochè invisibile.

Faccia

Occhi, antenne e becco

Le antenne sulla cima del capo hanno funzioni olfattive. Si tratta di appendici porose al cui interno si trovano cellule sensibilli agli odori. Per quanto le antenne siano disposte in alto per carpire la brezza Romenesiana, l'olfatto Chino non è molto sviluppato, anzi, è inferiore a quello umano. Altro fattore degno di nota è la loro debolezza alla pioggia di Romenese, o in generale ad atmosfere dense e ricche di polveri o sostanza viscose. Le antenne sono flessibili e possono essere piegate senza danni. Possono anche essere abbassate in caso di pericolo, ansia o agitazione, ma si tratta di un riflesso involontario.

I suoni sono percepiti da una membrana posta lateralmente appena sopra becco. Essa è solamente una parte più sottile della pelle collegata ad un fascio di nervi che ne percepiscono le vibrazioni. Nonostante la semplicità del sistema i Chino percepiscono molto bene i suoni.

Il tatto è fortemente sottosviluppato ed è quasi assente. Questa caratteristica è piuttosto insolita per una specie senziente. Le mani sono ricoperte da placche ossee che ne limitano i movimenti. Esse si sono sviluppati in periodi relativamente recenti per permettere gli spostamenti da una sorgente all'altra. I Chino possiedono 4 dita, ogniuna delle quali capace di ruotare alla base di 180°.

AppendiciModifica

Al margine della coda è posto un particolare organo chiamato in gergo "organo di sputo" che ha la capacità di spruzzare acido citrico a distanze notevoli (fino a 4 metri), contro eventuali nemici. L'organo è formato da 23 spine della larghezza, alla base, di 8 mm, percorse, all'interno, da capillari che fanno gocciolare sulla punta piccole gocce di acido. Esse vengono poi spinte a distanza da un muscolo posto alla base dell'organo che si estroflette a scatto spruzzando l'acido verso il bersaglio. Questo organo ,se utilizzato, viola il pudore dei Chino. Esso si sta lentamente atrofizzando generazione dopo generazione.

Bilancieri

Bilanciere sinistro

Piume

Piume

Sopra i gomiti sono posizionate appendici chiamate bilancieri. Essi hanno il semplice scopo di bilanciare in corsa o in salto.


Animazione sputo spore00:02

Animazione sputo spore

L'atto dello sputo

Nella parte superiore della schiena sono ben visibili un paio di piume che rappresentano forse la parte più delicata dei Chino. Come le piume dei pavoni esse sono lo strumento per attrarre il proprio patner. Più le piume sono lisce e ben curate più un Chino viene considerato bello dai suoi simili.

PelleModifica

La pelle dei Chino è molto elastica ed è capace di resistere a graffi,morsi e tagli ma sopratutto resiste alla pioggia acida.

In alcune zone della pelle, specialmente quelle in cui si è normalmente esposti alla pioggia, si sviluppano placche cartilaginee di colore rosso intenso. Queste placche sono presenti dalla nascita e variano da Chino a Chino. Sono inoltre influenzate dal corredo genetico familiare.

Le macchie sulla pelle sono anche l'elemento che caratterizza di più il dimorfismo Chino. Oltre a differenze nel becco, la forma del cranio e delle piume, le macchie della pelle caratterizzano maggiormente i vari individui. Nella lingua Chino esistono termini per definire le varie tipologie di macchie. In questo modo e possibile classificare i Chino secondo le loro macchie. Nell'antichità, prima della nascita dell'impero, alcune tipologie di macchie venivano considerate un simbolo di povertà o ricchezza, a seconda dell'area in cui erano maggiormente diffuse. Queste differenze sono prevalentemente superate, anche se esistono ancora lievi pregiudizi radicati culturalmente.

I Chino privi di macchie sulla cima della testa vengono definiti "Testa asciutta".

Lo stesso vale per coda e dorso. I Chino senza macchie sugli avambracci e sulle gambe vengono chiamati "Braccia asciutte" e "gambe asciutte".

Esistono anche esempi non molto comuni di macchie asimmetriche presenti su un solo braccio o una sola coppia di gambe, in questo caso si chiamano "Braccio asciutto" e "Gamba asciutta".

Apparato digerenteModifica

I Chino sono onnivori e sono capaci di digerire la Melmus, un gradissimo vantaggio evolutivo che gli ha sicuramente permesso di trionfare su Romenese.
Apparato digerente Chino

Apparato digerente Chino

I ciclo digestivo ha inizio nella bocca dove il cibo/acqua/melmus viene assaggiato e poi ingoiato intero.Qui inizia il lungo percorso che trasformerà il cibo in energia e l'acido citrico in arma. Il cibo viene fatto passare in un organo di forma allungata simile all'esofago che attraverso una valvola, la quale separa i liquidi dai solidi. I solidi proseguono in un organo allungato che gli scioglie. Il cibo prosegue attraverso un canale che lo riduce alle sostanze elementari. Esse entrano in circolo e forniscono energia al corpo. I liquidi vengono fatti passare in una sorta di terzo polmone che filtra l'acqua rimuovendo batteri, acido ed eventuali altre impurità. L'acido citrico ricavato dalla Melmus viene in parte riciclato attraverso l'organo di sputo. Gli scarti solidi e liquidi vengono espulsi dall'ano nella parte bassa della schiena.

Apparato respiratorioModifica

L'aria che normalmente respirano i Chino è composta da ossigeno, azoto, vapore acqueo in percentuale molto scarsa, argon in percentuale piuttosto elevata e anidride carbonica anch'essa in percentuale elevata rispetto a valori terrestri. Inoltre nell'aria sono presenti microcristalli di acido citrico.

Una cosa importante da sapere è che seppur i Chino respirino ossigeno, il loro organismo non può assimilarlo correttamente se l'anidride carbonica è insufficiente. Possono quindi soffrire di avvelenamento da ossigeno se esso gli viene somministrato in concentrazioni troppo elevate rispetto all'anidride carbonica. Questo può portare allo svenimento in pochi minuti e addirittura alla morte se non si interviene in tempo.

I Chino respirano dalla bocca e l'aria viene portata in due polmoni racchiusi in una sorta di cassa cartilaginea circondata da quattro paia di costole

Apparato riproduttoreModifica

I Chino sono ermafroditi e non sono ne maschi, ne femmine. Praticano la monogamia e partoriscono figli già vivi. Partoriscono un figlio alla volta e i parti gemellari sono talmente rari che vengono considerati ""uno scherzo della natura". Due Chino praticano, inconsciamente, un calcolo delle possibilità di concepimento osservando le piume nell'altro individuo. L'accoppiamento avviene attraverso lo sfregamento dei genitali, cristalli organici formati da acido citrico cristallizzato, che rilasciano il liquido seminale. Una volta che i Chino si sono scambiati il liquido seminale, i gameti di entrambi gli individui si spostano in un organo dietro ai cristalli dove praticano la meiosi e formano vari zigoti in entrambi gli individui. Gli zigoti continuano a svilupparsi dentro quest'organo ma uno solo viene nutrito mentre gli altri vengono lasciati morire. La gestazione dura circa 24 settimane dopo le quali avviene il parto durante il quale il figlio viene messo alla luce dall'ano.

Genitali

Genitali dei Chino

Capita spesso che si abbiano 2 fratelli partoriti da 2 genitori diversi.

EvoluzioneModifica

I Chino sono esseri molto evoluti che stanno andando incontro ad una progressiva de-evoluzione che li sta rendendo sempre più deboli.

I Chino discendono da creature acquatiche nate nella Melmus poi evolutesi sulla terra-ferma. La capacità di bere la Melmus si è sviluppata quasi subito. I Chino salirono ben presto in cima alla catena alimentare e la loro straordinaria capacità di spostarsi da una sorgente all'altra gli assicurava sempre una grande quantità di cibo.

Ben presto il cervello cominciò a svilupparsi e la capacità di produrre utensili e il linguaggio sociale crebbero con esso. I Chino preistorici cominciarono ad avere dimora fissa costruendo piccoli edifici e cominciando ad allevare animali. La socialità si sviluppò notevolmente favorendo il linguaggio e la scrittura.

La prima fonte scritta segna la fine della preistoria e l'inizio della storia.

StoriaModifica

I Chino sono entrati da 800 anni nell'era dei viaggi spaziali e ricordano con piacere il loro passato (tranne gli studenti con il compito di storia).

Con il ritrovamento della prima traccia scritta e con il definitivo stanziamento dei gruppi familiari si contrassegna l'inizio della storia dei Chino. In quel periodo Romenese era stato completamente colonizzato dai Chino che vivevano in piccoli gruppi composti da una decina di individui che cooperavano per accaparrarsi il cibo della zona. Va fatta notare la prematura capacità dei Chino di costruire edifici anziché cercare ripari naturali. In questo periodo una tribù in particolare cercò di mettersi in risalto unendo sempre più tribù, formando una comunità molto grande di Chino che darà origine alla prima grande città. Si dice che in questo periodo

fu coniata la prima moneta della storia (non ci sono prove che fu coniata all'epoca).Si trattava dell'attuale Sacro Chino Impero.

Era della ruotaModifica

Il sistema monetario riscosse subito un grande successo e si propagò velocemente in tutto il continente grazie alla straordinaria capacità dei Chino di fabbricare rudimentali veicoli in grado di percorre grandi distanze. In questo periodo vennero fondate numerose città-stato in tutto il continente le quali convissero per millenni rafforzandosi sempre di più.

Presto i veicoli divennero sempre più efficienti e veloci. Con la scoperta della spezia rossa utilizzata come combustibile i trasporti e il commercio vennero rivoluzionati.

Con l'invenzione del motore alimentato a spezia, il commercio si intensificò sempre più, fino all'unificazione di tutte le città del continente di ----Nome disperso, dovrò pensarci prima o poi---- che si riunirono sotto il nome di Nazione Rossa. Fu proprio la Nazione Rossa a compiere la prima traversata oceanica per raggiungere gli altri due continenti di Romenese.

La grande guerra e l'unificazioneModifica

La Nazione Rossa rimase stupita nello scoprire che in uno dei due continenti si era formata una civiltà tecnologicamente molto simile alla loro, la quale aspirava al controllo dell'intero pianeta. Questa nazione, che comandava con pugno di ferro tutto il secondo continente, si fece chiamare chiamare Nazione Blu (come colore inverso del rosso) e giurò che la nazione Rossa sarebbe stata distrutta. Nonostante ciò la guerra non sembrava arrivare poiché nessun Chino di nessuna delle due fazioni la voleva. Per secoli le due nazioni rimasero in un clima di tensione. La Nazione Rossa strinse alleanze con le piccole nazioni dei territori orientali mentre la Nazione Blu ,ad occidente, si isolò sempre di più instaurando un clima quasi dittatoriale.

L'estate di quasi 2 secoli dopo durante una delle tante trattative finite male,venne assassinato un diplomatico da un estremista blu. La Nazione Rossa dichiarò guerra alla Nazione Blu con le seguenti parole:

"La vostra razza discende da lumache spaziali prive di arti! Volete la guerra, ve ne pentirete!"

Fu così che iniziò la grande guerra Chino (chiamata così dagli storici) che costò milioni di morti ad entrambe le fazioni. Vennero utilizzate le prime armi montate su velivoli. Migliaia di Chino di entrambe le nazioni si riversarono in massa nelle piazze e davanti alla sede del governo per protestare. L'arruolamento divenne obbligatorio e la democrazia venne messa da parte.

All'incirca 2000 anni fa la Nazione Rossa sbarcò a Gighe, la capitale della Nazione Blu.

Sbrarco a Gighe00:55

Sbrarco a Gighe

Sbarco a Gighe

Lo scontro fu sanguinoso e si prolungò per mesi. Presto la battaglia si tramutò in azioni di guerriglia con combattimenti casa per casa. Dopo 4 mesi di combattimenti e bombardamenti le truppe blu si ritirarono e i Rossi conquistarono Gighe. La nazione Blu aveva perso la capitale e moltissimi armamenti con essa; nonostante ciò era ancora potente e

pericolosa. La guerra continuò a svolgersi nei territori occidentali dove le nazioni alleate con i rossi combatterono al loro fianco. I combattimenti non coinvolsero quasi per niente i territori della Nazione Rossa ma comunque furono impiegati moltissimi soldati. La nazione Blu continuava a resitere con molta fatica, mentre la Nazione Rossa stava progettando l'arma che avrebbe potuto mettere fine alla guerra: la bomba nucleare.

Fortunatamente essa non fu mai usata. I soldati di entrambe le fazioni cominciarono a ribellarsi: smettevano di combattere e si univano ai civili, i blu e i rossi si univano e fraternizzavano, venivano fatte bruciare le armi e le corazze ecc. Poteva essere una vittoria schiacciante dei Rossi ma la popolazione era stanca della violenza e la guerra si fermò di fatto. La popolazione si scontrò contro i pochi esponenti del governo Rosso e Blu a favore della guerra e ne rubarono il posto con vari colpi di stato. I nuovi governi si unirono all'insegna della pace sotto un unica bandiera (la bandiera rossa) che rimase quella della Nazione Rossa. L'unione planetaria venne definita come Impero Chino e la democrazia portò la pace su Romenese.

La grande guerra era finita: era durata più di 500 anni (contando lunghe tregue) ed erano
Bandiera Chino

La bandiera imperiale Chino: La bandiera rossa. Originariamente era la bandiera della nazione Rossa ma è poi stata adattata come la bandiera dell'impero

 morti più di 5 milioni di Chino. Questa guerra, benché non fosse ne la prima ne l'ultima, viene ricordata ancora oggi come un periodo buio; ma anche di rinascita. Dopo questa guerra i Chino non combatterono più tra di loro e diventarono una specie molto pacifica e razionale.

Venne proclamata come capitale quella dell'ex Nazione Rossa e rinominata Sacro Chino Impero. I Chino adottarono una nuova lingua madre: il Chiniano.

L'impero Chino e l'esplorazione spazialeModifica

L'impero Chino ora unificato puntava ad un'era di prosperità che sarebbe durata per millenni.

L'unico grande obbiettivo era l'esplorazione spaziale che fino ad allora era stata messa da parte. Gli scienziati di tutto il pianeta lavorarono per mandare il primo Chino su Brussolo (la luna di Romenese). Circa dopo 20 anni i Chino poggiarono le loro 4 zampe sul suolo polveroso di Brussolo. Fu un momento unico che verrà ricordato per sempre come il momento in cui i Chino lasciarono il loro pianeta natale e aprirono le porte all'esplorazione inter-planetaria.

Subito gli obbiettivi dei telescopi furono puntati su un'altro pianeta del sistema di Chrosebe: Eutha pianeta molto simile ,a livello climatico, a Romenese. Passarono molti anni prima che si potesse inviare una sonda su di esso. Si fecero scoperte sconcertanti: sul pianeta erano presenti non solo forme di vita semplici ma anche complesse ed evolute. Furono inoltre ritrovati resti evidenti di creature intelligenti civilizzate e tecnologicamente più avanzate dei Chino. Il pianeta aveva subito grandi cataclismi ed erano evidenti i segni di pesanti combattimenti con un'altra civiltà (successivamente si scoprì che si trattava dei Grox).

La scoperta di un simile pianeta da studiare e di una tecnologia molto sviluppata da assimilare favorì l'evoluzione tecnologica dei Chino che cominciarono a esplorare il sistema di Chrosebe.

La colonizzazione e l'esplorazione oltre ChrosebeModifica

Come già detto i Chino subirono un grande salto tecnologico che ne accentuò ancor di più il benessere generale. Ben presto si presentò il problema del sovraffollamento planetario, (attualmente la superficie delle terre emerse di Romenese è ricoperta al 70% da superficie urbana) che portò i Chino a prendere seriamente in considerazione l'idea di colonizzare altri pianeti con popolazione stabile; inoltre investire nella colonizzazione avrebbe portato ad ulteriori profitti per l'impero e per i privati.

Brussolo e Eutha vennero proclamati pianeti "intoccabili" cioè che non sarebbero mai potuti essere modificati su livello planetario.

Nonostante ciò Brussolo fu colonizzato ma non terraformato (anche perché la tecnologia di allora non lo permetteva) mentre Eutha fu visitato solo per esplorazioni scientifiche.

L'invenzione di un rudimentale motore a curvatura permise ai Chino di lasciare Chrosebe e esplorare le stelle vicine.

Questo segnò l'inizio dell'era spaziale dei Chino, che dura ormai da 805 anni.

I risultati furono relativamente interessanti poiché si trovarono solamente pianeti e lune ghiacciate. Un'importantissimo passo venne compiuto nel momento in cui i dispositivi SETI captarono un segnale interessante proveniente da una stella vicina. I Chino provarono a contattare le presunte forme di vita intelligenti che avrebbero potuto abitare il sistema stellare. La risposta ricevuta il giorno dopo ,era in Chiniano:

"Benvenuti Chino, noi siamo i Kiby , possiamo imparare molto gli uni dagli altri[...]".

Fu certamente un evento importante che avrebbe unito i Kiby e i Chino in una forte alleanza che sarebbe durata per moltissimo tempo. I Chino e i Kiby non avevano molto in comune a parte le abitudini pacifiche: i Kiby non avevano ne un governo ne un sistema monetario. La loro cultura venne molto influenzata dai Chino: gli insegnarono il significato di guerra e soldi. Allo stesso tempo i Kiby insegnarono ai Chino il vero significato di pace e armonia, ma gli insegnarono anche i segreti della loro tecnologia e le loro conoscenze vennero condivise. Grazie ai Kiby i Chino entrarono a conoscenza delle altre specie che vivevano nella zona: i Didina, i Minor, i Gnosh,i Warzolesky e i Flitt.

I Chino instaurarono buoni rapporti con le altre specie (ad eccezione dei Gnosh e dei Warzolesky che rimasero distaccati) e grazie al velocissimo progresso tecnologico cominciarono a colonizzare decine di sistemi.

Le due guerreModifica

L'impero Chino si affermò subito come super-potenza economica e le sue colonie diventavano sempre più numerose. L'impero Gnosh, che fino ad allora si era mostrato distaccato dalle attività dei Chino, vedendo minacciata la propria superiorità militare, attaccò le colonie Chino scatenando una guerra che sarebbe stata combattuta nelle zone di confine dei 2 imperi. Nonostante la superiorità numerica degli Gnosh, i Chino disponevano di tecnologie belliche più avanzate che gli permisero di volgere la guerra a loro favore. I combattimenti avvenivano praticamente solo nell'orbita dei pianeti e, dopo che essi avevano fine, le città su di essi venivano occupate dalle forze di terra. La popolazione Gnosh non prendeva di buon gusto il fatto di essere assoggettata da una specie aliena, ma imparò ben presto il piacere del vivere nel lusso Chino. I pianeti conquistati venivano trattati come tutte le altre colonie e agli Gnosh veniva offerta la cittadinanza Chino. La tradizione indipendentista Gnosh si perse nel corso degli anni e quando anche il pianeta natale degli Gnosh, loro ultima roccaforte, si arrese, l'impero Gnosh cessò di esistere e divenne parte dell'impero Chino. Fu una guerra piuttosto breve (poco più di 3 anni) che accrebbe ancor di più le dimensioni dell'impero

La conquista di una società aliena da parte dei Chino non piacque affatto ai Warzolesky, i quali consideravano la politica espansionistica Chino come un offesa alla loro religione. Ben presto scoppiò una seconda guerra, detta "santa" dai Warzolesky. Non si trattava di una guerra convenzionale, ma di una vera e propria guerra religiosa, che spinse i Warzolesky ad atti che i Chino non potrebbero mai immaginare. L'obbiettivo dei Warzolesky non erano i militari ma bensì i civili: Gli attacchi avvenivano direttamente sulla superficie, spesso con bombardamenti e massacri della popolazione. Le città conquistate dai Chino venivano fatte esplodere insieme alla loro popolazione e, se questo non era possibile, erano i cittadini stessi a suicidarsi in massa per non cadere in mano nemica. La tecnologia bellica Chino rimaneva, però, sempre un passo avanti, permettendo ad essi di mantenere la guerra a proprio vantaggio. L'impero Chino, riconosce di avere utilizzato più volte armi non convenzionali sulla popolazione Warzolesky:

"Come potevamo vincere una guerra contro una popolazione ostile che , per ucciderci, rinunciava alla sua stessa vita?"

Vennero impiegati mercenari alieni e i pianeti sottomessi diventarono simili a campi di prigionia. La guerra finì con la netta sconfitta dei Warzolesky e la politica che venne adottata nei loro confronti fu molto simile a quella degli Gnosh, anche se la loro indole aggressiva si manifesta ancora in alcuni gruppi estremisti. La guerra fu molto più lunga (quasi 15 anni) ed entrambe le specie ne risentirono molto di più.

La nascita della confederazione ChinoModifica

Dopo la fine della guerra contro gli Gnosh, i Chino erano diventati la società più potente ed estesa del settore galattico di Chrosebe (chiamato dai Chino settore 0) unendo sotto di se altre 2 specie. I suoi ideali capitalisti si erano diffusi nelle altre società aliene che avevano incominciato a commerciare con essi. I rapporti con le altre specie aliene divennero molto stretti e spesso era proprio l'amicizia con i Chino ad accomunare diverse razze aliene. Questi rapporti si tradussero presto in un trattato di alleanza che avrebbe unito molte specie. L'alleanza prese il nome di confederazione Chino , soprattutto perché furono proprio i Chino a promuoverla. In questo periodo entrarono a farne parte, oltre ai Chino, i Kiby , i Didina, i Flitt e i Minor.

Durante questo periodo avvenne uno dei più grandi incidenti diplomatici della storia Chino : per errore scoppiò una guerra tra Chino e Kiby che duro per solo 4 giorni ma uccise migliaia di Kiby e qualche Chino. Un errore negli armamenti di una pattuglia militare Chino fece partire un colpo che scatenò la reazione delle forze armate Kiby (che erano tutte di fabbricazione Chino poiché i Kiby non avevano praticamente idea di che cosa volessero dire "armi" o "guerra"). Ciò si tramutò in una rapida battaglia aerea e la involontaria distruzione di qualche casa Chibby. Entrambi i governi cercarono subito di porre fine alla guerra che nel frattempo si era allargata a qualche pianeta. La guerra finì quasi subito con la riappacificazione delle due fazioni.

L'impero sotto GusalvoModifica

La politica adottata fino a quel momento dai Chino si era dimostrata efficace, ma il continuo crescere dell'impero impose ai Chino il bisogno di una guida politica fissa. I Chino rimasero democratici ma decisero di eleggere un presidente. Fu scelto un noto terraformatore, eroe di guerra che aveva avuto un ruolo importante contro gli Gnosh e i Warzolesky. Il Chino si chiamava Gusalvo e sarebbe diventato il nuovo presidente dell'impero.

La nuova forma di governo presidenziale accolse grande successo e portò i Chino a espandersi fino ad occupare tutto il settore 0.

Sotto Gusalvo vennero migliorate le tecnologie dei viaggi spaziali e l'impero cominciò l'esplorazione oltre il settore 0. Gusalvo governò per più di un secolo ma una grandissima crisi economica scoinvolse l'impero che crollò su se stesso. Le colonie rimasero isolate e il governo stesso fallì, i viaggi spaziali divennero rarissimi e quello che era un potentissimo impero, tornò ad essere un'insieme di colonie isolate tra loro. Molte tecnologie andarono perse e Gusalvo stesso abdicò. Fu un periodo buio che segnò la fine dello splendore Chino per parecchi anni.

Gusalvo II e la guerra contro i DidinaModifica

Dopo la grande crisi economica i Chino nominarono un nuovo presidente che prese il nome di Gusalvo II (in nome del presidente precedente). Gusalvo II cercò di ricostruire l'impero tornando a collegare tra loro le colonie. Fu un impresa che stava riuscendo abbastanza bene, ma il malcontento generale accresceva la diffidenza verso il governo centrale.

Sotto Gusalvo II si svolse la guerra contro i Didina, essa si risolse nel giro di 10 anni, con la pace e la resa di entrambe le fazioni. Le origini della guerra sono da attribuire da un gruppo di contrabbandieri che ne approfittarono per vendere armi alle fazioni.

Gusalvo II ebbe un governo molto breve, governò per soli 40 anni. Fu assassinato da un Chino, la cui identità risulta tuttora ignota, e la sua memoria genetica fu distrutta. L'omicidio avvenne nel cuore del Sacro Chino Impero e la memoria fu distrutta nella base militare ad altissima protezione di Brussolo.

Gusalvo III e l'impero odiernoModifica

Dopo la morte prematura di Gusalvo II fu proclamato presidente Gusalvo III (che poi è geneticamente lo stesso Chino, solo senza memoria). Gusalvo III ricostruì l'impero com’era ai tempi di Gusalvo e continuò i suoi progetti di esplorazione oltre il settore 0. Sotto il suo governo entrarono a far parte della federazione anche i TIPI DI CUI NON MI RICORDO IL NOME e gli Artigliattero.

Durante questo periodo si verificò un grave incidente che fece precipitare l'importantissima stazione orbitante di Romenese. Le cause di questo incidente sono da attribuire al capitano della stessa che ne manomise i comandi di proposito per coprire un traffico di armi su di essa.

Recentemente è avvenuta anche l'assoggettazione di un’altra società aliena: i Broozo. Essi sono stati semplicemente "comprati" per così dire per motivi simili a quelli degli Gnosh.

Attualmente Gusalvo III dichiara di essere in forma e che non lascerà così facilmente il ruolo di presidente.

PoliticaModifica

L'attuale forma di governo dei Chino è simile a una repubblica presidenziale federale.

Gli organi del governoModifica

Il presidenteModifica

A capo del Governo vi è il presidente: L'onnipotente Magnate Gusalvo III è il presidente attualmente in carica. Il suo ruolo è quello di amministrare le leggi e gestire l'economia inter-planetaria. Ha inoltre il ruolo di approvare le leggi del parlamento. Può proporre leggi di piccolo calibro ma esse devono essere approvate dal parlamento.

GusalvoIII scrivania

Gusalvo III alla sua scrivania

Gestisce le forze armate, può dichiarare guerra e contattare altri imperi. Inoltre assume un grandissimo ruolo come rappresentante di fronte agli altri e gode di moltissima fama tra i suoi simili e tra le altre specie confederate. Di fatto Gusalvo III si occupa solo del ruolo rappresentativo e la politica viene lasciata in gran parte a dei suoi funzionari.

Il parlamentoModifica

Il parlamento ha il potere legislativo ed è composto da 100 membri che vengono eletti da tutti i Chino dell'impero (che hanno compiuto almeno 10 anni) ogni 4 anni. Inoltre, se il presidente non ha dimora fissa, il parlamento ha sede a Sacro Chino Impero.

L'organizzazioneModifica

L'impero Chino può essere considerato federale in quanto le colonie, di fatto intese come pianeti, godono di una certa autonomia in campo legislativo. Ogni colonia possiede un proprio parlamento che deve sottostare alle direttive generali del parlamento centrale. Inoltre le colonie dispongono anche di un rappresentante con poteri simili a quelli del presidente ma limitati alla colonia, chiamato senatore.

Per quanto l'impero Chino sia ufficialmente una sotto-organizzazione della confederazione Chino , esso di fatto concide come il centro del governo di tutte le altre le altre nazioni e organizzioni facenti parte della confederazione.

L'impero Chino è diviso in 75 colonie distribuite per la maggioranza nel settore 0; esse si organizzano per bracci che si allungano verso l'esterno del settore e hanno come origine e come punto in comune Chrosebe. Il 90% dei Chino sostiene che l'ordine dei bracci è completamente a caso, mentre il restante 10% dice che è un'organizzazione favorevole ai viaggi civili e commerciali seguendo un criterio di importanza.
Impero chino

Mappa stellare dell'impero

I pianeti su cui sono presenti colonie sono quasi sempre terraformati seguendo un modello matematico che calcola come sarebbero se ci fosse una temperatura e una pressione simile a quella di Romenese (per simile si intendono valori molto ampi ma sopportabili da una tuta al plasma).

Le colonie sono organizzate in città, con una capitale. Le grandi città non sono quasi mai più di due e sono distribuite su territori vastissimi.

Tra le colonie ricordiamo:

thumb|200px|link=

  • Pizio: La cui capitale è New Romenese; famosissima colonia turistica terraformata per assomigliare a Romenese
  • Brussolo: La suggestiva colonia sulla luna di Romenese da cui è possibile ammirare il paesaggio non terraformato, e l'importantissima base militare di Brussolo dove sono custoditi i tesori imperiali, le più importanti basi di ricerca e molte sedi militari
  • Colonia 44: Pacifica comunità volta alla colonizzazione di un mondo come un altro, facci un giro , non c'è niente di speciale.
  • Colonia 13: Una colonia particolarmente dedita alle saune e piscine per scopi turistici. Molto spesso visitata dagli arceusiani .

EsercitoModifica

L'impero Chino non dispone di un esercito ufficiale, ma bensì di numerose compagnie mercenarie indipendenti tra loro.

L'attuale sistema militare ha le sue origini durante l'unione planetaria e la nascita dell'impero Chino. Prima dell'unione, gli eserciti era affidati ai governi delle nazioni e non disponevano delle libertà di scelta di cui godono adesso.

Da circa 800 anni le forze militari sono divise in compagnie più o meno grandi che agiscono individualmente fuori e dentro l'impero. Si tratta di società che agiscono come aziende a scopo di lucro, che sottostando a regolamenti e leggi imposte dal governo Chino, dalla confederazione e spesso anche da specie esterne, compiono imprese militari più o meno importanti.

Il governo Chino si riserva il diritto di chiamare a se forze militari in caso di bisogno, ma solitamente le compagnie mercenarie sono libere di agire per l'impero. Persino le forze di polizia sono quasi sempre indipendenti dal governo, ma con contratti che le legano ad esso.

Solitamente si impegnano in attività di sorveglianza, ma hanno preso parte a numerosi conflitti minori nella periferia del settore zero, operazioni sensibili, o come forze di supporto durante guerre civili e attacchi di specie nomadi.

Riguardo alle numerosi questioni etiche sollevate dalla confederazione Chino e da varie gruppi interni o esterni al settore 0, il sistema militare Chino potrebbe risultare sbagliato filosoficamente, ma bisogna ricordare che i Chino non sono una specie guerriera ma più portatrice di pace e prosperità.

L'economiaModifica

L'economia Chino è fortemente capitalista.

Se il commercio planetario non è di grande interesse per il governo, quello inter-planetario e inter-stellare è soggetto a tasse e regolamenti precisi, sebbene resti nelle mani dei privati.

La moneta ampliamente adottata sono gli sporecrediti. Per gli scambi più piccoli e generalmente planetari, viene utilizzata la forma fisica degli sporecrediti, stampata su banconote. Altrimenti a ampliamente diffusa la pratica degli scambi virtuali, con crediti non tangibili. Quest'ultimo tipo di scambio viene utilizzato nello spazio, ai confini dell'impero o fuori da esso. Si tratta anche del metodo migliore e più utlizzato per i grandi spostamenti di denaro.

Tra le società più importanti e famose ricordiamo:

  • Chino travel: Oltre ai viaggi inter-stellari commerciali si occupa anche di turismo . Come logo ha la faccia di un Chino in primo piano, con a destra la stilizzazione dell'atmosfera di un pianeta, e un astronava che lo attraversa.
  • Chino&Valsoia corporation: Perchè i Chino non reagiscono bene al colesterolo.
  • Unione Mercenari del Sol Diviso (UMSD): Una delle tante compagnie di mercenari con sede a Romenese. In particolare, questa prende il nome dal quartiere in cui risiede il palazzo amministrativo. è assolutamente da rinnegare ogni suo coinvolgimento con la Disincom e l'incidente di O'tikr. Il loro logo è un semicerchio rosso diviso in tre sezioni, con due linee che si prolungano dalla divisione, a rappresentare il sole romenesiano diviso dai suoi anelli.
  • Distribuzione gamberetti spaziali: Una particolare azienda dedita alla distribuzione (e non alla vendita) di una specie di crostacei che colonizzano alcune zone dello spazio. Il loro motto è "solo i migliori gamberetti per i migliore clienti." Il loro logo è l'immagine di un Chino sospeso nello spazio che raccoglie con un retino alcuni esemplari di questi gamberetti.

Ricordo inoltre che non esistono contatti diretti con altre famose società quali: Disincom e Zerion Industries.

Cosa non affatto scontata per una società aliena è il lavoro retribuito che occupa quasi tutti i Chino. Non esiste ,inoltre, un sistema di pensioni. Non esiste un'età minima per iniziare a lavorare o incassare denaro.

Assume una certa importanza il commercio con altre specie nella galassia.

Rapporti con i GroxModifica

Dopo la scoperta dei colpevoli dei fatti di Eutha, tra i Chino si sviluppò una cultura di paura e terrore nei confronti dei Grox .

Da sempre tutti i Chino hanno cercato di evitare i contatti con i Grox, sebbene siano intervenuti più volte in azioni difensive. Non sanno molto su di essi e ciò aumenta la loro paura.

CulturaModifica

Sebbene tra i Chino e gli umani esistano grandi differenze anatomiche,storiche e geografiche, culturalmete possiedono grandissime somiglianze. Innanzitutto la cultura dei Chino è incentrata intorno ai soldi. Inoltre, in accordo con il loro organismo, è molto rapida e caotica.

Va fatto notare che un Chino viene considerato adulto già all'età di 10 anni e può già votare e lavorare in modo stabile.

UsanzeModifica

Ecco alcune abitudini generali dei Chino

  • I Chino siedono per terra e sedere in posti rialzati come sgabelli è segno di grande prestigio
  • I Chino non corrono e/o saltano in pubblico, fuori dalle competizioni sportive: è un segno rude e maleducato
  • Una famiglia con più di tre figli è considerata "strana" o "sovrappopolata".
  • Il padre che partorisce il figlio viene chiamato "primo padre", mentre l'altro "secondo padre"
  • è usanza comune regalare soldi anzichè beni materiali. Spesso i soldi vengono usati come dono di fidanzamento, congratulazioni, festività o altri eventi speciali
  • In alternativa ai soldi, vengono anche regalati modellini, figure, immagini o vari oggetti correlati ai piscuanodonti. Regalare un piscuanodonte vivo è considerato un grande dono, che pochi possono permettersi di donare o mantenere.

AlimentariModifica

  • I Chino non usano dildo a tavola
  • Spore 2012-02-20 17-28-02

    Tipico tavolo Chino

    Si tende a pensare che il cibo ebreo sia meno buono di quello ariano
  • Mangiare sempre e comunque il popolarissimo dio gay in tutti i gusti: Cotto,fritto,speziato,congelato,crudo...
  • Gli dei gay devono essere naturali e non sintetici
  • Spesso i tavoli domestici sono privi di sedie in segno di accoglienza, mentre quelli, ad esempio, dei ristoranti hanno le sedie in segno formale
  • Bere acqua è più raffinato di bere sperma

AbbigliamentoModifica

  • I vestiti devono essere pochi e non per scaldare ma come simbolo di bellezza
  • Le piume devono essere scoperte e vengono coperte solo per fare in modo che non si rovinino
  • I vestiti che coprono i genitali sono abbastanza importanti in termini di bellezza
    Abbiggliamento Chino

    I modi di vestire Chino

PudoreModifica

  • L'ano non è fonte di pudore per i Chino
  • I Genitali sono la parte più importante da tenere nascosta
  • Sputare attraverso l'organo di sputo va contro il pudore Chino, anche se molti di essi hanno ormai perso la capacità di usarlo
  • Defecare in pubblico va contro il pudore Chino
  • Tu stai leggendo questa roba con un pervertito interesse


Etica e filosofiaModifica

La società Chino è basata sulla ricchezza, e la filosofia di base Chino è quella di arricchirsi il più possibile. Siccome l'immortalità è disponibile solo per una fascia ristretta di Chino, il suo raggiungimento può essere considerato una forma di obbiettivo ideale nell'arco di una vita Chino. Per questo motivo, il divario sociale tra ricchi e poveri non viene considerato un problema, ma più un incentivo a cercare di arricchirsi.

Tutti i Chino sono comuqnue abituati a vivere nel benessere, e pretendono di continuare a farlo. L'avarizia e il consumismo non sono considerati sbagliati dai Chino, anzi, sono molto spesso un pregio. 

Per quanto questo modo di pensare sia solitamente giudicato male da una grande parte della comunità galattica, l'etica Chino è generalmente elevata rispetto a molte specie spaziali.

La società Chino considera sbagliato azioni come rubare o uccidere altre specie senzienti. Ha inoltre sviluppato un rispetto verso la galassia, considerando sbagliate altre azioni, come destabilizzare o olterare ambienti naturali, deturpare bellezze naturali o artificiali. Offendere usanze aliene o torturare qualunque forma di vita. Bisogna però ricordare che il desiderio di ricchezza è molto forte nella cultura Chino, e che molti concetti etici sono piuttosto flessibili, rendendo comune pensare che i Chino non abbiano altri interessi che il denaro.

Tradizione funerariaModifica

I Chino nutrono un rispetto distaccato verso i corpi dei morti.Per quanto riguarda la tradizione funeraria, i cadaveri vengono bruciati su una roccia, all'interno da una cassa di carta e materiali plastici. Il corpo viene incendiato in presenza di familiari e amici. Se però nessuno si presenta, la cassa verrà lasciata intatta, fino all'arrivo di qualcuno disposto a partecipare al funerale. Questa tradizione va fatta risalire a forse più di 10000 anni fa, agli albori della civiltà Chino, quando i corpi venivano probabilmente incidiati usando incendi controllati su grandi rocce affiorante, per evitare che gli animali si cibassero del morto, o che i cattivi odori e le malattie si diffondessero. Bruciare il corpo è quindi una forma di rispetto ancora oggi utilizzata. Anche se le tecniche sono molto diverse da allora, il concetto rimane simile. 

Dall'avvento dell'era spaziale, questa tradizione a subito influenze da culture aliene, creando versioni diverse o addirittura nuovi modi di trattare i morti. Essa resta però comunque la più utilizzata.

Rapporti interazzialiModifica

Il modo di rapportarsi con le altre specie aliene dei Chino è piuttosto pacifico. Nella società Chino, gli alieni vengono considerati come una importante fonte di ricchezza, visto che il grosso del commercio interstellare avviene tra Chino e altre razze. Per quanto pregiudi e incomprensioni date dalle differenze anatomiche, filosifiche e culturali siano ancora comuni, i Chino non hanno grandi problemi a relazionarsi con altre specie senzienti.

Nota abbastanza importante è quello delle relazioni sentimentali tra Chino e individui di altre specie. Per quanto la compatibità anatomica sia rarissima e praticamente assente, esistono casi rari in cui un Chino possa considerare attraente un individuo di una specie diversa. Questo avviene priciapelmente con specie dotate di piume simili a quelle Chino. In questo caso, le opinioni sono diverse, ma è legalmente accettato avere come compagno un alieno, anche se i casi variano molto l'uno dall'altro per via di questioni diplomatiche.

ReligioneModifica

Seppur la maggioranza dei Chino sia atea, esistono alcune minoranze spodiane e di altre religioni minori che sono state importate da popolazioni aliene. I Chino, come specie, non hanno mai sviluppato una religione. Le prime forme di religione sono di origine aliena.

Si può pensare impropriamente che i Chino abbiano un qualche legame religioso con i soldi, ma si tratta, in realtà, di una radicata tradizione capitalista.

MusicaModifica

La musica Chino è sempre stata rudimentale e di marginale interesse culturale. Si pensa che il senso del ritmo tra i Chino si sviluppò in periodi estremamente recenti rispetto a molte altre specie. Probabilmente i Chino imparano la danza, il canto e la musica in genenale osservando altri animali della fauna di Romenese; particolarmente creature come il corridore della savana (il quale comunica attraverso fischi elaborati e danze con i propri simili) e il piscuanodonte (le cui danze sono ancora sotto studio, ma sono probabilmente risultati casuali). La musica assunse importanza nei periodi poco antecedenti l'inizio della grande guerra. L'inno Chino, che risulta tutt'ora quasi invariato da quello originale della nazione Rossa, è estramente semplice. Si intratta infatti, di una sola e breve successione di note, con una scala intermedia. Inoltre la lingua Chino non si presta molto al canto. 

La maggiorparte della musica Chino ha origini molto recenti, negli ultimi 700-600 anni, per via dell'influenza aliena. Infatti, i Chino hanno adattato musica, danze e canti ispirate a quelle di altre società aliene. Tutt'ora, la musica ha un ruolo abbastanza importante nella cultura Chino, soprattutto in campo commerciale. I Chino delle genarazioni attuali sono infatti, completamente adattati ad un senso ritmico innaturale per i Chino di un tempo.

SportModifica

La sportività, nei Chino, è piuttosto importante. Lo sport più giocato è la palla-cerchio , un gioco a squadre in cui bisogna portare una palla all'interno di un cerchio rialzato.

Marathon at Romenese- Spore GA trailer00:49

Marathon at Romenese- Spore GA trailer

L'annuale maratona a Romenese



Palla-cerchio:Modifica

Le squadre sono due con 4 membri ciascuna, ogniuna deve cercare di impossessarsi della palla e portarla nel
Spore 2011-09-06 15-07-50

Un campo da palla-cerchio ufficiale

cerchio della metà campo avversaria. La squadra che segna per prima 5 punti vince. Alle due estremità del campo sono posizionati i cerchi rialzati, a circa 6 metri di altezza. I cerchi sono posizionati sopra due piattaforme una sopra all'altra. Se la palla finisce fuori dal campo deve rientrare dalla stessa metà campo da cui è uscita. Dopo un punto la palla riparte a centro campo. è presente un'area intorno al centro campo , che serve a delimitare la distanza minima iniziale a cui i giocatori si devono tenere quando la palla viene rimessa in campo.

La lingua: il chinianoModifica

La lingua ufficiale dell'impero è il chiniano: un miscuglio delle lingue di prima della grande guerra con una prevalenza dell' antica lingua Rossa. Divenne lingua imperiale dopo l'unificazione planetaria ed è tuttora la lingua più usata dai Chino.

Il Chiniano è una semplicissima e quasi elementare lingua: il nome è privo di genere e di numero, per indicare una cosa femmina e doppia si useranno 2 aggettivi, e siccome nemmeno il verbo si coniuga e rimane sempre all'infinito bisognerà usare altri aggettivi per definirlo. Così, in una frase, ci si ritrova spesso montagne di aggettivi che sono spesso suoni molto simili tra loro.

Il Chiniano viene inoltre parlato in 2 modi: dialettale e formale.

La forma dialettale è quella più parlata ed usata, nonchè la più facile da parlare per i Chino. Si tratta di una forma gracchiata e con suoni molto brevi e simili tra loro. Questo fattore rende difficile la pronuncia e la comprensione a chi non è maestro nella lingua. è la forma più antica.

La forma formale è invece quella più aristocratica e maestosa, caratterizzata da una pronuncia più lenta e comprensibile. Essa è priva del il tipico gracchiamento, che rende la pronuncia più difficile (per i Chino) ma la comprensione più semplice. Essa viene usata nelle cerimonie e negli eventi importanti, è anche la lingua usata per parlare agli alieni quando non è possibile usare il traduttore universale.

La maggior parte dei nomi propri Chino sono ridondanti per facilitarne la comprensione in una lingua piena di R. Inoltre seppur i Chino siano privi di sesso, la traduzione (insieme a tutte le creature Romenesiane) risulterà sempre in maschile. Questa convenzione causa spesso dei compromessi per le specie non ermafrodite, che rimangono spesso confuse.

La piscuanodontologiaModifica

esiste una particolare materia, chiamata piscuanodontologia, che studia non i piscuanodonti stessi, bensì il ruolo che essi hanno nel Chiniano. Ad esempio la frase: "sei un piscuanodonte" potrebbe avere così tanti significati a seconda del contesto e del tono con cui viene nominata che occorre una scienza a parte per studiarla.

Probabilmente i numerosi rifermenti al piscuonodonte nella lingua Chino sono dovuti ai molteplici incontri tra le 2 specie durante il periodo di formazione del linguaggio. Essendo il piscuanodonte il più famose e forse l'unico animale interessante nella fauna di Romenese, ad esso sono stati conferiti molti attributi che si riperquotono ancora oggi nella lingua Chino.

TecnologiaModifica

La tecnologia Chino è piuttosto soffisticata, sebbene non sia tra le più avanzate della galassia. La maggiorparte delle tecnologie sono state importate dalle specie aliene.

La fonte di energia principale è l'antimateria. Nonostante essa sia largamente in uso, il suo prezzo elevato spinge molti Chino ad usufruire di energia solare e derivata dalla spezia.

TrasportiModifica

La maggior parte dei trasporti civili terrestri e marittimi usa energia solare o a spezia, poichè l'antimateria risulterebbe troppo potente. Oltre ai più tradizionali ma meno efficienti trasporti "su ruote" vengono spesso usati motori M.A.G.M.A. (motore anti gravitazionale magnetico adattativo) ibridi, cioè che lavorano insiemi ad una parte dotata di ruote. I motori M.A.G.M.A. non ibridi vengono usati principalmente a scopi militari.
303557 496008677094497 1842605601 n

il classico veicolo da trasporto terrestre privato Chino. Con motore M.A.G.M.A. completo

Per quanto riguarda i velivoli, l'antimateria è largamente utilizzata per alimentare M.A.G.M.A. molto potenti in grado di far volare a velocità ultrasoniche.

Per i viaggi interstellari il motore M.A.G.M.A. è inutilizzabile poichè necessita di materia per funzionare e nel vuoto dello spazio non esiste materia facilmente reperibile. Viene invece utilizzato il motore multidimensionale: un motore in grado di aprire varchi dimensionale per portare la navetta in un altra dimensione, dove supererà la velocità della luce e rientrerà nel nostro universo nel luogo deciso come destinazione. Osservando il viaggio dall'esterno sembrerà più un teletrasporto istantaneo da un punto all'altro, poichè non si è compiuto nessun viaggio nel nostro universo. Ma dall'interno i viaggi variano di durata mentre si sta attraversando il varco dimensionale. Per i trasporti civili è spesso necessario compiere più di una sosta per ricaricare l'astronave, poichè utilizzare il motore multidimensionale richiede molta energia; ma di fatto esistono tecnologie in campo militare capaci di compiere viaggi da un lato all'altro dell'impero.

Dispositivi personaliModifica

Ogni Chino tende a portare con se una serie di dispositvi base, alcuni d'importanza vitale nel caso si viva in una colonia dal clima ostile, altri il cui solo scopo è informativo o di svago. La maggiorparte dei Chino utilizza i seguenti dispositivi:

Tuta al plasma: è un dispositivo base che permette ai Chino di sopravvivere in climi eccessivamente freddi o caldi. Si tratta di un sottile strato di plasma che ricopre il corpo del Chino, oltre ad essere un ottimo isolante, riscalda il Chino che morirebbe senza una fonte di calore (i Chino sono a sangue freddo). è leggero e praticamente invisibile. Viene alimentato da una piccola batteria dalla durata praticamente infinita posta sulla schiena, da cui si genera il plasma, che viene ridirezionato da tanti piccoli condutturi disposti sulla pelle. Può provocare un lieve senso di fastidio, ma la forza dell'abitudine fa presto dimenticare ai nuovi coloni di averla addosso.

Respiratore: permette di respirare in qualsiasi atmosfera provvista di ossigeno e di ridurne l'assimilazione nel caso in cui fosse eccessivo (i Chino posso soffrire l'intossicazione da eccessivo ossigeno). Per installare questo dispositivo occorre ricorrere ad una operazione chirurgica. è per questo che i Chino Romenesiani in visita momentanea alle colonie usano maschere anti-gas o bombole esterne.

Adattatore gravitazionale: un dispositivo in grado di appesantirsi o generare una spinta opposta alla gravità per permettere ai Chino di vivere nella gravità ottimale.

Microchip sottocutaneo: una sorta di piccolo computer sottocutaneo con connessione neurale che permette ai Chino di eseguire numerose operazione attreverso l'uso della sola mente. Spesso è connesso alla retina di uno dei 6 occhi, per permette ai Chino di "vedere" un'interfaccia del disposivo. Con questo apparecchio è possibile svolgere numerose azioni, tra cui telefonare, guardare programmi televisivi, navigare su internet, ascoltare programmi radiofonici, contattare altri Chino ecc. L'installazione richiede un'operazione chirurgica molto semplice, che richiede solo pochi minuti. Pur esistendo versioni non sottocutanee, questo dispositivo è molto in uso e viene applicato anche sui più giovani.

IngegneriaModifica

Visto il sovraffollamento planetario presente su Romenese, i Chino si sono specializzati nella costruzione di edifici rivolti verso l'alto, spesso con veri e propri grattacieli. Questo stile è stato conservato anche dove lo spazio è più che abbondante, come nelle colonie.

La qualità di vita in questi "grattacieli" non è bassa, anzi è piuttosto elevata se paragonato ad altre specie
466827 451752228186809 1294505389 o

a destra delle "case coloniali", in fondo si intravede un classico grattacielo Chino e a sinistra un edifico scolastico

civilizzate; infatti, di solito, ogni piano è destinato ad una solo nucleo famigliare. Nonostante ciò, vivere nei grattacieli è considerato un segno di povertà. Le famiglie benestanti tendono a vivere in edifici singoli, distaccati dagli altri. Questi ultimi sono particolarmente rari e costosi su Romenese, ma più comuni nelle colonie.

Solitamente gli edifici sono dotati di un sistema di riscaldamento molto potente, per poter mantenere gli interni ad una temperatura intorno ai 60 °C per garantire il massimo comfort ai Chino anche con climi rigidi all'esterno. Inoltre la maggiorparte degli edifici privati gode di una atmosfera a parte nella quale i Chino possono respirare perfettamente.

Lo stile principale e un misto tra il futuristico e l'industriale. Lo stile spesso squadrato e resistente deriva dal periodo della grande guerra, durante la quale, i materiali più utilizzati erano il marmo e il cemento, spesso gli edifici non
Spore 2012-10-07 15-04-08

una vetrata convenzionale Chino

venivano verniciati e rimanevano di un grigio chiaro. Attualmente i Chino colorano la maggiorparte dei loro edifici con il rosso ( spesso quasi rosa ), il bianco, e il nero. Inoltre è largamente utilizzato lo stesso tipo di vetrata. Si tratta di un materiale plastico trasparente solo dall'interno, mentre dall'esterno è composto da tante placche giallo acceso

RoboticaModifica

La robotica Chino è molto avanzata, quasi ogni dispositivo è dotato di una qualche forma di intelligenza artificiale.

Spore 2013-03-12 17-12-32

2 domestici droni Chino impiegati in un laboratorio scientifico

Esistono differenti tipologie di droni che vengono utilizzati in vari modi; essi vanno dall'uso domestico, alla telecomunicazione. Per trasmettere messaggi interstellari vengono utilizzati centinai di droni che si spostano attraverso il motore multidimensionale da emittente a ricevente portando con se il messaggio.

Pur essendo piuttosto costosi, quasi ogni famiglia Chino possiede un proprio robot ad uso personale.

Quasi tutti i droni più moderni utilizzano motori M.A.G.M.A. per muoversi e stazionare in aria.

NoteModifica

I chino sono un specie inventata da me, Alexbiri.

La maggiorparte delle informazioni di questa wiki sono di fantasia, basate si fatti avvenuti durante la "campagna" classica di Spore. Uso i Chino principalmente per GA e gli considero la mie creature preferite.

Sentitevi liberi di usarli nelle vostre avventure, ma gradirei che rispecchiassero questa pagina.

Modificate pure questa pagina, ma solo per correzioni grammaticali.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.